Stampa

08 gennaio 2019

Come l'innovazione digitale rivoluzionerà il settore sanità

di Letizia Cilente, Communication Manager - Retelit

Sanità e innovazione digitale: il mondo dell'healthcare deve cercare il più velocemente possibile di adottare soluzioni di trasformazione digitale, sostenendo l'adozione di nuove tecnologie e piattaforme.

I sistemi sanitari necessitano di formule innovative per diventare accessibili ed efficaci e per affrontare le importanti sfide del futuro. Se progettate adeguatamente, le soluzioni digitali nel mondo della sanità possono, in modo efficace, ridurre i costi della spesa pubblica, accrescere il benessere dei cittadini e cambiare il modo in cui i servizi sanitari vengono forniti ed erogati. Solo un vero rinnovamento dei processi legati alla sanità può garantire sistemi sanitari adeguati, al passo con i tempi e in linea, soprattutto, con il processo di digitalizzazione dei cittadini e dell'economia. Proprio la digitalizzazione, per esempio, può sostenere la continuità dell'assistenza anche per chi vive all'estero, prevenire e diminuire la distanza tra medico e paziente, migliorare la fluidità nelle prenotazioni delle visite e nel ritiro dei referti.

Con l'Intelligenza Artificiale e le applicazioni basate sulla gestione dei Big Data, l'orientamento nelle cure andrà sempre più verso la personalizzazione e la customizzazione, questo per migliorare l'efficacia dei consulti medici e delle visite e ridurre sprechi di tempo. I pazienti potranno (e dovranno) presto accedere in maniera veloce ai propri dati clinici, monitorare il proprio stile di vita con applicazioni connesse ai dati della loro salute e comunicare con il proprio medico curante rapidamente con mail o chat.

Ridurre i costi per l'accesso ai propri dati è uno dei temi su cui l'economia legata alla sanità si sta interrogando: una recente indagine di Doxapharma ha stimato che per il ritiro dei referti clinici i pazienti impiegano circa 45 minuti, se potessero ritirarli in farmacia (luoghi più capillari) il tempo si ridurrebbe a 20 minuti, se potessero scaricarli direttamente dal web da un unico portale la valorizzazione del tempo impiegato sarebbe solo di 5 minuti. Si tratta di costi che potrebbero essere quasi annullati se si optasse per un'offerta e un utilizzo di semplici servizi digitali al cittadino.

Le reti sanitarie devono diventare network il cui obiettivo principale dovrebbe essere migliorare l'esperienza dell'utente/paziente, per farlo serviranno soluzioni cloud (la stima prevista di spesa si aggira intorno ai 9,5 miliardi di dollari entro il 2020) per il deposito e l'archiviazione dei dati medici, servizi SD-WAN (che gestiscono la rete i collegamenti tra i diversi poli ospedalieri in maniera intelligente ), soluzioni di sicurezza (nel 2017 oltre il 25% delle violazioni dei dati ha coinvolto il settore healthcare, con una perdita stimata di 5,6 miliardi di dollari ogni anno a causa dei crimini informatici).

Retelit è in grado di offrire un'offerta integrata e completa di servizi per gli operatori sanitari, aiutiamo il mondo della sanità a intraprendere la trasformazione digitale, lo abbiamo fatto, ad esempio, per il Gruppo ospedaliero San Donato, primo gruppo ospedaliero in Italia, disegnando una soluzione completa che comprende servizi di Rete, Cloud, Data Center e Security.
Condividi