Stampa

28 febbraio 2017 - 08:24Price sensitive

Retelit lancia un nuovo servizio di rete (“Backhaul Bari-Europa”) in partnership con BICS, primario operatore globale di servizi di telecomunicazione

Nell’ambito della partnership, l’operatore BICS acquista da Retelit 60 Gbps di capacità sottomarina del cavo AAE-1

Retelit S.p.A. annuncia di aver siglato un contratto per una partnership strategica e commerciale con BICS, (Belgacom International Carrier Services), per la creazione di un’offerta congiunta di servizi di rete (“Backhaul Bari-Europa”) e di aver venduto all’operatore di telecomunicazione belga 60 Gbps di capacità sottomarina sul
proprio cavo AAE-1.

BICS è un primario operatore globale di telecomunicazione che dispone di 112 Punti di Presenza in oltre 70 nazioni, dispone di capacità su 19 cavi sottomarini e, attraverso la propria rete, veicola una significativa parte del traffico mondiale, voce, mobile e dati/internet.

Retelit, in partnership con BICS, lancia un nuovo prodotto di connettività a 100Gbps (Backhaul) che consente ai membri del consorzio AAE-1 e ai loro Clienti di collegarsi ad altissima capacità e a bassa latenza, attraverso la landing station Retelit di Bari, ai principali Data Center europei, inclusi quelli dell’area di Milano. Una soluzione altamente innovativa sia a livello tecnologico che di modello commerciale: a livello tecnologico perché basata
sull’utilizzo di infrastrutture di ultima generazione realizzate dai due operatori unendo competenze distinte; di modello commerciale perché si tratta di un unico prodotto erogato in modalità trasparente ed end to end da Bari ai Data Center in Europa. La partnership prevede la commercializzazione del prodotto con un unico contratto e un unico SLA (Service Level Agreement) e con prezzi uguali per ogni destinazione Europea.

L’Amministratore Delegato di Retelit, Federico Protto ha così commentato: “Siamo molto soddisfatti della realizzazione della partnership con un importante operatore internazionale come BICS, che conferma la bontà della nostra rete e la validità e strategicità del progetto AAE-1. Tale operazione costituisce un ulteriore tassello per la valorizzazione dell’investimento nel cavo AAE-1, in aggiunta al recente ingresso nel consorzio Open Hub
Med. Infine il fatto che il nostro partner abbia voluto investire significativamente nel cavo AAE-1, condividendo con noi il commitment su questo importante progetto, è ulteriore elemento che conferma la solidità su cui si basa la partnership”.
Scopri di più
Condividi