Retelit -

Inside Retelit, driver per un'organizzazione smart

di Giada Di Cesare, HR Director - Retelit
22 luglio 2019Blog
Retelit -

Promuovere e integrare intelligenza artificiale e ruolo delle risorse umane in azienda è un obiettivo che tutte le società dovrebbero porsi

L’automazione da un lato riduce sicuramente il valore umano di alcune attività ma l’obiettivo che dobbiamo porci è fare in modo che le persone possano concentrarsi sulle aree in cui possono fornire il massimo valore collaborando con le macchine per diventare più produttivi, l’area su cui dobbiamo focalizzarci è quella legata alle emozioni.

Aristotele diceva: «non possiamo cambiare il vento ma possiamo dispiegare le vele nella giusta direzione». Lo sviluppo delle competenze di intelligenza emotiva è una via efficace per dispiegare le vele nella giusta direzione al fine di affrontare le sfide dell’intelligenza artificiale e governare proattivamente il cambiamento della digital transformation.

Non si tratta più solo di algoritmi che facilitano l’estrazione del dato e la sua analisi e risorse che ne interpretano i risultati, si tratta di soffermarsi su aree ritenute per tantissimi anni marginali: la creatività, la proattività, la proposizione di idee.

In Retelit abbiamo da qualche anno avviato un processo di cambiamento culturale in questa ottica, un percorso che intende far emergere emozioni e competenze risultato dell’unione di quattro componenti.

Il nostro percorso per rendere l’organizzazione aziendale smart:

- Workplace: utilizziamo gli spazi di lavoro come strumento per incrementare la produttività. Il nostro headquarter di Milano era una sede standard e caratterizzata da postazioni di lavoro tradizionali, con uffici chiusi e semplici open space, layout che non favorisce il lavoro di team. Abbiamo avviato un progetto workplace change management con cui ci siamo dati l’obiettivo di creare un nuovo habitat lavorativo, che favorisca la condivisione e la collaborazione tra i team multifunzionali. Abbiamo individuato nel Fintech District di Milano la locazione più adatta a quella che sarà la nostra nuova sede in cui ci sposteremo a fine anno e per diffondere le nuove modalità lavorative e le logiche alla base del progetto abbiamo creato l’Innovation Team, dipendenti/ambassador, con l’obiettivo di promuovere il cambiamento all’interno dell’organizzazione. In questo nuovo spazio tecnologie, digitalizzazione e modelli organizzativi fluidi e collaborativi con gruppi di lavoro agili e autonomi contribuiranno alla creazione di un workplace smart. Ripensare gli spazi di lavoro è il punto di partenza per creare energia, condivisione, collaborazione e aumentare la produttività: il workplace influisce sul benessere delle persone, sul clima aziendale e quindi sui risultati.

- Smartworking: facciamo lavorare le nostre risorse in modo più intelligente. Alla base dell’introduzione dello smartworking nella nostra organizzazione c’è stata l’esigenza di  creare condizioni di lavoro che permettessero di rispondere contemporaneamente agli obiettivi di business e alle esigenze delle persone. Con la diffusione delle tecnologie la creazione di valore non è più legata esclusivamente alla presenza fisica dei lavoratori in un determinato luogo e per un certo periodo di tempo, bensì alla loro capacità di generare innovazione e di svolgere il proprio lavoro indipendentemente dall’orario e dal luogo in cui si trovano. Dal 2017 abbiamo avviato un percorso di smartworking in azienda e avviato partnership con i principali co-working d’Italia per diffondere «la cultura della contaminazione» e il networking. I risultati delle ultime survey sull’andamento del progetto e l’analisi dei risultati mostrano un’incidenza molto positiva sul worklife balance e grande disponibilità delle persone a lavorare indipendentemente dall’orario d’ufficio. La competitività delle aziende è sempre più legata alla capacità di applicare modelli organizzativi che permettano di valorizzare e sviluppare i talenti migliorando l’engagement e la motivazione. Lo smartworking è un modello di organizzazione del lavoro caratterizzato da flessibilità e autonomia riconosciuta alle persone a fronte di una responsabilizzazione sui risultati.

- Welfare: valorizziamo le persone curando il loro benessere. Siamo un’azienda attenta anche ai bisogni emotivi e personali delle nostre risorse: adottiamo una politica focalizzata sui dipendenti che permette di migliorare l’efficienza organizzativa, di avere persone più motivate e di attrarre i talenti dall’esterno. Il coinvolgimento e l’attenzione verso i collaboratori porta a una maggior adesione agli obiettivi aziendali: un dipendente soddisfatto e felice è una persona che ha una visione più chiara sul futuro dell’azienda, sul suo cammino e quindi anche sul proprio domani, elementi che determinano un atteggiamento positivo. Nel 2017 abbiamo introdotto una piattaforma digitale con una serie di servizi di natura non monetaria rivolta ai nostri dipendenti: family care (libri e rette scolastiche, campus e viaggi studio, care giver), mobility (abbonamenti TPL, car pooling), time saving (manutenzioni, consulenza legale, assistenza fiscale), shopping (convenzioni nazionali, gift card, buoni benzina, buoni spesa). L’attenzione al benessere, alla salute e alla qualità della vita dei propri collaboratori è un fattore percepito come sempre più determinante per le aziende perché riflette la produttività e la crescita del business.

- Organizzazione e formazione: abbiamo un’organizzazione caratterizzata dalla cultura del fare e del risultato. Avvertivamo l’esigenza all’interno dell’organizzazione di basare il lavoro su principi di collaborazione, autonomia, flessibilità, responsabilità, innovazione, sviluppo e valorizzazione dei talenti. La nostra cultura manageriale privilegia l’esecuzione, il «far accadere le cose» in tempi certi e con costi sostenibili, abbiamo predisposto un percorso di sviluppo che aiuta le persone a operare secondo le nuove necessità richieste dal mercato per consolidare una cultura della crescita e del miglioramento continuo attraverso momenti di team working con il Management Team per creare e condividere valori e principi quali innovazione, responsabilità, misurazione dei risultati. Il change management, puntiamo su formazione e focalizzazione sulla gestione del cambiamento in un contesto in cui i manager devono poter rispondere in modo efficiente a pressioni e opportunità provenienti dall’interno e dall’esterno gestendo e guidando i cambiamenti organizzativi.

  • gen
  • feb
  • mar
  • apr
  • mag
  • giu
  • lug
  • ago
  • set
  • ott
  • nov
  • dic