Retelit -

L’Intelligenza Artificiale applicata al mondo delle vendite Wholesale

di Diego Teot, Sales Director - Retelit International BU
21 aprile 2020Blog
Retelit -

Anche quest’anno abbiamo partecipato al PTC (Pacific Telecommunication Council), la conferenza internazionale delle telecomunicazioni che si è tenuta all’inizio dell’anno a Honolulu. Il PTC è prima di tutto un evento accademico e di sviluppo durante il quale oltre a incontrare clienti, prospect e fornitori in un contesto unico e informale, ci sono moltissimi momenti di approfondimento in cui possono essere presentati progetti, idee ed esperienze.

Così come per l’edizione del 2019, in cui avevo partecipato al panel delle conferenze con una presentazione su "Il ruolo degli operatori di nicchia e regionali e degli OTT nell’industria dei cavi sottomarini" anche per questa edizione ho proposto un argomento di discussione, a me meno familiare ma a cui sono molto legato: l’Intelligenza Artificiale applicata al mondo delle vendite Wholesale.  

All’interno della Business Unit Internazionale di Retelit e del team Vendite Wholesale che coordino, infatti, con la collaborazione del gruppo Marketing, abbiamo sviluppato un prototipo applicativo basato su un sistema di Intelligenza Artificiale, utilizzando tecnologie di Machine Learning, che ci ha permesso di risolvere un problema in apparenza semplice: estrarre dati strutturati da messaggi di posta elettronica non strutturati. 

I messaggi non strutturati sono le migliaia di mail che inviamo ai nostri clienti per rispondere alle loro richieste di quotazioni e che hanno contenuti e formati diversi a seconda del cliente, del commerciale che li segue, del tipo di risposta, se è presente o meno un allegato e così via. 

Per l’azienda è utile fare analisi su queste e-mail e il loro contenuto (per esempio sapere quanti 10 Mbps sono stati quotati a un cliente, quali sono gli indirizzi più richiesti, il prezzo medio offerto per un contratto…). Prendendo spunto da quanto fa Google Mail che legge la nostra Inbox e automaticamente ci mette eventi sul calendario o ci prepara il riepilogo del nostro prossimo viaggio (speriamo!) dopo qualche mese di selezione del fornitore e di definizione degli insiemi di dati per il test siamo riusciti ad avere un prototipo che, con una buona accuratezza, riconosce nella mail i dati utili, li estrae e li inserisce in un file excel o CSV. 

La vera sfida adesso è trasformare questo tool da prototipo a tool funzionale per poter essere integrato nei processi e nei sistemi aziendali (CRM, BI…).

Se siete arrivati a leggere fino a questo punto molto bene, perché ora torniamo al panel che ho tenuto durante il PTC dal titolo “AI & ML Hype: challenges and opportunities” il 22 gennaio, giorni in cui a Wuhan il COVID imperversava e alcuni amici cinesi lasciavano il PTC per tornare a festeggiare il Capodanno Lunare, nessuno poteva immaginare quello che avremmo vissuto nelle settimane successive.

I colleghi che hanno partecipato al Panel con me erano un costruttore cinese di Hyperscale Data Center (Chayora) e un operatore Cloud dello Stato di Washington (Opus). 
Chayora raccontava e illustrava quanto l’AI fosse vitale nel mercato cinese in quanto la dimensione numerica della popolazione unita alla disponibilità massiccia di dati (proveniente anche dagli smartphone) e da un governo molto AI friendly e poco orientato alla privacy ne facesse nei fatti una necessità, tanto che a loro veniva richiesto di automatizzare ogni processo possibile nei nuovi Data Center, per smarcare errori umani e per garantire la continuità operativa in assenza di operatori (!). 

L’altro panelist, Opus, ha presentato un progetto che utilizzava soluzioni di AI per la gestione della manutenzione predittiva nelle case popolari, per ridurne i costi per la comunità e migliorare la qualità della vita all’interno delle abitazioni. 

Le presentazioni e i contenuti illustrati visti dalla prospettiva odierna ci fanno capire quanto le tecnologie di AI saranno vitali nel “mondo nuovo” che ci aspetta.
I Data Center, infatti, sono nodi vitali per la continuità e la crescita di Internet che mai come ora ha dimostrato di essere essenziale non solo per il business ma per la democrazia, l’educazione, l’intrattenimento, l’informazione e la collaborazione. Se richiedono un’alta intensità di lavoro umano in una situazione pandemica come quella attuale rischiano di non poter erogare quanto previsto e rallentare o bloccare i flussi di traffico. L’automazione e l’Intelligenza Artificiale saranno essenziali più che mai e presenti in progetti di design dei nuovi Data Center e di upgrade di quelli esistenti non più solo perchè fanno risparmiare e migliorano l’EBIT!

Le nostre abitazioni, sicuramente un pilastro della nostra vita prima dei recenti eventi, sono diventate con la quarantena anche il nostro mondo, una gestione efficiente che migliori la qualità della vita negli spazi che viviamo, soprattutto per le fasce meno abbienti, non sarà più qualcosa di opzionale ma, al contrario, di essenziale. E qui vi chiederete ma l’applicazione che legge le mail di Retelit?

Beh, la presentazione è stata un successo! L’AI, infatti, viene spesso applicata ad ambiti complessi e su scale molto grandi (algoritmi di AI che fanno trading automatico o analisi dei bilanci per esempio) ma esiste una fetta importante di mercato fatta di processi residuali nelle corporation ancora basati su scambi di mail, di milioni di piccole e medie aziende e professionisti che sono all’oscuro delle possibilità offerte dall’AI. 

Ecco, sollevare dalle incombenze di basso valore, ripetitive e noiose (leggi la mail, copia file, leggi il calendario compila il foglio presenze, compila il form…) è essenziale per liberare le energie creative delle aziende e dei professionisti che dovranno essere i protagonisti del dopo virus.

Per approfondire:

Se siete curiosi di sapere perché le Hawaii sono importanti per le telecomunicazioni vi rimando a wikipedia, a questo link e ad alcuni contenuti di Submarine Networks.
Se invece vi interessa l’intelligenza artificiale vi lascio il link della Conferenza di Dartmounth e a un approfondimento.
  • gen
  • feb
  • mar
  • apr
  • mag
  • giu
  • lug
  • ago
  • set
  • ott
  • nov
  • dic
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità.