Retelit -

Retelit acquista Il Gruppo Partners Associates S.p.A.

22 ottobre 2019 - 23:48Price sensitive | Comunicati stampa
Retelit -

Nasce un Operatore unico nel panorama italiano di soluzioni integrate di infrastrutture, piattaforme e servizi ICT - Stipulato un contratto di finanziamento con un pool di primarie banche finalizzato in particolare all’acquisizione di Partners Associates S.p.A.

Retelit S.p.A., tra i principali operatori italiani di servizi dati e infrastrutture, rende noto che la società interamente controllata Retelit Digital Services S.p.A. (“Retelit Digital Services”) ha sottoscritto in data odierna un accordo vincolante per l'acquisizione del 100% del capitale sociale di Partners Associates S.p.A. (“PA Group”).

PA Group è un gruppo italiano, con sede a Udine, fondato nel 1998 su iniziativa di Ennio Baracetti e specializzato nel settore ICT, dove occupa più di 600 professionisti a servizio di circa 8.000 clienti. In particolare, PA Group che opera su tutto il territorio nazionale, si configura come system integrator, fornendo soluzioni complete e integrate quali software gestionali (SAP, Microsoft Dynamics, software e prodotti proprietari, etc.), CRM, Business Analytics, Networking, Cybersecurity, servizi in Cloud e Datacentering, sia a grandi imprese che a PMI appartenenti principalmente ai settori Finanza, Industria, TLC e Pubblica Amministrazione. PA Group è inoltre attiva nel mondo delle telecomunicazioni attraverso la controllata InAsset S.r.l. (“Inasset”), società specializzata nella gestione di servizi ed infrastrutture di Datacenter. Inasset con un Datacenter proprietario ubicato a Udine, ulteriori tre Datacenter che garantiscono la continuità operativa, 1.700 km di fibra ottica proprietaria rappresenta uno dei principali operatori di telecomunicazioni del Nord Est.

PA Group fa capo ad un team manageriale che raccoglie attorno al nucleo dei fondatori Ennio Baracetti e Maria Corrini altri manager e soci storici. Insieme hanno sviluppato l’azienda portandola dai 36 milioni di fatturato del 2013 agli oltre 60 milioni attuali1 con un Ebitda di circa 10 milioni di Euro. Tale processo di sviluppo, oltre che da una crescita organica, è stato guidato dalle divese acquisizioni realizzate negli anni che hanno consentito al Gruppo di ampliare il proprio raggio di azione, sia in termini geografici che di servizi offerti al mercato, e dalle conseguenti sinergie tecnologiche e commeciali (cross selling sulla base clienti aggregata).

Il Presidente di Retelit Dario Pardi ha commentato: “Questa operazione, rappresenta una tappa importante per il Gruppo Retelit che, con le nuove competenze e soluzioni acquisite, potrà giocare un ruolo primario nell’ambito dell’ICT, con proposte complete, sia in ambito infrastrutturale sia di servizi. Nasce un soggetto unico nel panorama ICT, in grado di offrire al mercato delle aziende impegnate nella Digital Transformation, soluzioni integrate, completamente realizzate su piattaforme gestite dal Gruppo. L’ingresso degli attuali azionisti di PA nel capitale di Retelit è ulteriore conferma della validità del progetto industriale e garanzia di un loro contributo fattivo al buon risultato della Business Combination”.
Aggiunge l’Amministratore Delegato di Retelit, Federico Protto: “Insieme al Presidente Pardi diamo così concreto avvio alla “seconda fase” del processo di trasformazione iniziato nel 2015 con la nostra nomina ad Amministratori della società. In questi anni Retelit ha intrapreso un percorso di innovazione e ampliamento dell'offerta, passando da pura società infrastrutturata a una realtà capace di offrire un'ampia gamma di servizi nell'ambito delle ICT. L'acquisizione di Gruppo PA ci consente di accelerare ancora di più questo percorso di evoluzione e poterci cosi presentare al mercato con un'offerta rinnovata e più ricca grazie all’inserimento di nuove expertise, mantenendo allo stesso tempo un’elevata marginalità dei profitti. Non va dimenticato infine che continueremo ad investire nella nostra infrastruttura di proprietà, una delle più complete d'Italia, che viene già arricchita da quella gestita da Gruppo PA nelle Regioni del Nord Est".

Continua Ennio Baracetti – Presidente di PA Group: “L’operazione rappresenta un tassello fondamentale per la crescita dell’offering di PA Group che sarà così in grado di arricchire il proprio portafoglio con una infrastruttura di proprietà ad alto valore aggiunto, consolidando ulteriormente il legame con le aziende con cui operiamo per offrire loro la possibilità di disporre di un servizio a 360 gradi. Sono personalmente entusiasta di entrare a far parte di un gruppo ICT così strategico come il Gruppo Retelit, anche in considerazione degli forti stimoli e delle significative opportunità che Retelit offrirà a PA Group e a tutti i suoi collaboratori per una crescita professionale e personale”.

TERMINI DELL’OPERAZIONE
Retelit, attraverso la società interamente controllata Retelit Digital Services, acquisirà il 100% delle azioni detenute dagli attuali azionisti di PA Group. Tra i principali azionisti vi sono Ennio Baracetti (fondatore con una quota del 46%), RiverRock IHCF e FVS (27% complessivi) e Roberto Cella (14%). Il prezzo offerto per il 100% di PA Group è pari a circa € 60 milioni derivanti da una valutazione di € 74 milioni, pari all’Enterprise Value di PA Group, a cui si aggiungono earn-out pari a massimi € 13 milioni diluiti in tre anni, legati al raggiungimento di obiettivi di sovraperformance per gli esercizi 2019, 2020 e 2021.
Retelit Digital Services finanzierà l’operazione in parte con risorse proprie e in parte attraverso un finanziamento sottoscritto a condizioni di mercato erogato da un pool di banche composto come banca Agente da Banca IMI S.p.A e come banche finanziatrici da Unione di Banche Italiane S.p.A., Intesa Sanpaolo S.p.A. e MPS Capital Services per le Imprese S.p.A. Il finanziamento ottenuto, che è volto a sostenere anche eventuali operazioni future di acquisizione nonché il rifinanziamento dell’indebitamento esistente di Retelit Digital Services e di PA Group, è pari a massimi € 103 milioni. Il contratto relativo a tale finanziamento è stato stipulato da Retelit Digital Services con il sopra riferito pool di banche nella giornata di ieri.
L’accordo per l’acquisizione di PA Group prevede, tra l’altro, che una parte del prezzo (fino a € 14 milioni) possa essere corrisposta, a esclusiva discrezione di Retelit Digital Services, interamente in denaro ovvero in parte in azioni di Retelit (fino a € 6 milioni) e per la rimanente parte mediante versamento in denaro destinato all’acquisto di azioni Retelit da parte dei venditori. Le azioni Retelit così eventualmente ricevute o acquistate non potranno essere trasferite per un periodo di 18 mesi dalla data del closing.
La valutazione di PA Group corrisponde a un multiplo pari a 7.4x l’EBITDA atteso di PA Group per il 2019 .
Il closing dell’operazione è previsto, subordinatamente all’avveramento ovvero alla rinuncia di alcune condizioni sospensive, entro il 10 gennaio 2020.

FINALITA’ DELL’OPERAZIONE
Questa operazione porta alla creazione di un primario operatore di servizi integrati ICT italiano, ben diversificato tra infrastruttura e servizi a valore aggiunto (circa 53% infrastruttura e 47% di servizi), potendo contare sull’offerta e competenze di due realtà perfettamente complementari. L’unicità del nuovo soggetto risiede nel poter coprire nativamente, cioè su propria piattaforma, tutta la catena del valore dei servizi ICT.Il Gruppo Retelit, con questa operazione, può infatti aumentare la gamma di soluzioni e servizi per le aziende e migliorare la capillarità della propria infrastruttura con una maggiore presenza nell’area Nord Est, grazie al contributo di Inasset. Le soluzioni che la nuova realtà potrà offrire saranno traversali per più settori come nel caso di offerte, tra le altre, di Cybersecurity, Cloud, Big Data, Intelligenza artificiale, CRM, ERP, Digital Marketing, System Integration, Data Center, ma anche verticali per singoli mercati, dall’Healthcare, all’Automotive, alRetail, Finance e servizi per la Pubblica Amministrazione.
Dall’integrazione delle due realtà ci si attende un significativo miglioramento in termini di volumi e marginalità. Nel primo caso grazie all’estensione, tra l’altro, dei servizi cloud del Gruppo Retelit ai clienti PA Group e della vendita di certe soluzioni di PA Group ai clienti del Gruppo Retelit. In termini di marginalità sono previste significative sinergie valutate, a regime, in oltre il 20% rispetto all'attuale EBITDA aggregato . Le sinergie sono previste per il 75% grazie a ricavi addizionali legati a opportunità di cross selling sui rispettivi clienti e per il 25% da efficienze legate all’utilizzo dell’infrastruttura Retelit da parte di PA Group e ad economie di scala.
Alla luce dell’operazione si segnala che il Piano Industriale 2019-2023 del Gruppo Retelit, a seguito dell’acqusizione, è in corso di aggiornamento e verrà comunicato al mercato entro l’approvazione dei risultati 2019.

Retelit Digital Services è stata assistita nell’operazione da Nomura quale Advisor finanziario, da NCTM per gli aspetti legali e giuslavoristici, da PWC quale consulente contabile e fiscale e da ITC Consulting quale consulente tecnico e di business. Il contratto di finanziamento è stato stilato con l’assistenza di NCTM, lato Retelit Digital Services e Simmons&Simmons per le Banche Finanziatrici. Gruppo PA è stato assistito dallo studio Osborne Clarke.

L’OPERAZIONE VERRA’ PRESENTATA ALLA COMUNITA’ FINANZIARIA NEL CORSO DI UN EVENTO CHE SI TERRA’ GIOVEDì 24 OTTOBRE ALLE ORE 16 PRESSO BOU TEK IN MILANO, VIA MAURIZIO GONZAGA
  • gen
  • feb
  • mar
  • apr
  • mag
  • giu
  • lug
  • ago
  • set
  • ott
  • nov
  • dic
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità.