Retelit -

Le password più utilizzate sono le meno sicure, come creare una chiave di sicurezza a prova di hacker

di Letizia Cilente, Communication Manager - Retelit
30 aprile 2019Blog
Retelit -

Il National Cyber Security Center ha condotto un’analisi su circa 100mila password usate con più frequenza contenute negli archivi degli hacker rilevando che le chiavi di sicurezza più utilizzate sono “123456”, “123456789”, “qwerty” e “password”.

Molti attacchi hacker avvengono proprio perché la chiave di sicurezza creata e utilizzata risulta molto vulnerabile e facilmente attaccabile. 

Ma come deve essere una password per rendere il nostro account davvero sicuro?

Sono pochi e semplici i passaggi che permettono di rendere più sicura la nostra privacy online, il primo è sicuramente creare una password efficace che abbia un minimo di 10 caratteri e contenga almeno una maiuscola, una minuscola, un numero e un carattere speciale.

Può essere molto utile e davvero un buon escamotage includere nella password caratteri in sostituzione ad altri caratteri simili, per esempio il “3” al posto della “e” oppure il numero “0” in sostituzione della “o”.

Ci sono anche delle cose da evitare assolutamente per non incorrere in attacchi o violazioni della privacy:
- Non utilizzare le stesse password per più account
- Non utilizzare password che contengano dati personali come nome, cognome o data di nascita
- Non utilizzare delle sequenze facilmente identificabili da tastiera
- Non creare password di sole maiuscole, minuscole o numeri

Potrebbe sembrare banale dirlo ma tutte le password sono strettamente personali e vanno tenute al sicuro, non bisogna comunicarle a nessuno, tantomeno scriverle in luoghi facilmente accessibili da chiunque.
Ultimo consiglio, le password non vanno inviate via mail e vanno cambiate periodicamente!

Piccoli consigli che possono salvaguardare i nostri dati da attacchi hacker!

  • gen
  • feb
  • mar
  • apr
  • mag
  • giu
  • lug
  • ago
  • set
  • ott
  • nov
  • dic