Retelit -

La città smart che supporta la sanità del futuro

di Letizia Cilente, Communication Manager - Retelit
27 ottobre 2020Blog
Retelit -

I sistemi sanitari necessitano di formule innovative per diventare accessibili ed efficaci e per affrontare le importanti sfide del futuro. Se progettate adeguatamente, le soluzioni digitali nel mondo della sanità possono, in modo efficace, ridurre i costi della spesa pubblica, accrescere il benessere dei cittadini e cambiare il modo in cui i servizi sanitari vengono forniti ed erogati. Le soluzioni ICT del Gruppo Retelit aiutano le strutture sanitarie nel loro processo di Digital Transformation, grazie a tecnologie all'avanguardia, solide competenze e massimi livelli di personalizzazione. Ne parleremo del corso del Huawei Smart City Tour 2020.

Il 27 ottobre parte il Huawei Smart City Tour, dal 27 ottobre al 17 novembre 2020, sette eventi online interattivi dedicati ad altrettante aree territoriali italiane, per condividere conoscenze e soluzioni, e costruire insieme la Smart Italy del futuro. Retelit sarà presente in tutte le tappe nell'area demo e a Milano e Bolzano per condividere le soluzioni Cloud e AI e quelle dedicate all'healthcare che possano contribuire al Paese Smart del futuro.

Il mercato ICT chiude il 2019 con una spesa delle aziende italiane che supera i 31 miliardi di euro. Il trend positivo continuerà anche nel 2020, con un mercato che si assesterà su un valore di poco inferiore ai 31,5 miliardi di euro, in crescita dello 0,9%. (fonte Report Assintel)

Il cluster PA, Sanità, Istruzione, con una spesa pari a circa 4,2 miliardi di euro, nel 2020, contribuirà per il 13% al totale della spesa ICT italiana. Il 16% delle imprese valuterebbe investimenti in AI e dei Analytics nel 2020. Di queste circa il 20% rientra nei settori Sanità, Istruzione e PA.

A trainare la nuova Healthcare, smart, digitale e "prossima" sarà il 5G.

Nella sanità l’erogazione delle cure sarà sempre più decentrata, diventando più specifica sul paziente, riducendo l’ospedalizzazione e consentendo alle persone di ricevere trattamenti e di essere strettamente monitorati a casa: 
- assistenza on-site: nel contesto di ospedali o strutture sanitarie in cui sono collocati equipe mediche possono essere utilizzati servizi per lo scambio di informazioni in tempo reale e per la chirurgia assistita da strumenti AR/VR e/o da robot;
- assistenza in movimento: in cui medici e pazienti si trovano in luoghi diversi e in situazioni di emergenza. In questi casi d’uso, rientrano le ambulanze connesse, i servizi di monitoraggio da remoto del paziente e, in prospettiva, la chirurgia tele-robotica.

Dallo scenario descritto è evidente che con un mix di innovazione e competenze digitali, grazie al 5G, ai servizi Cloud e di Intelligenze Artificiale e all'Internet of things sarà possibile avere una sanità a misura di cittadino smart.

Le necessità della sanità italiana in questo momento, completamente scombussola dall'attuale emergenza sanitaria in corso, riguardano principalmente:

1. Una gestione delle prestazioni più produttiva migliorando l'efficienza dei servizi
2. La valorizzazione dei dati 
3. La modernizzazione dei processi e dell'organizzazione interna
4. Interfacciarsi in maniera più diretta con i cittadini migliorando l’esperienza sanitaria
5. Ridurre i costi con un controllo e un monitoraggio più efficace delle risorse
6. Garantire infrastrutture e processi sicuri e veloci

Una rete di servizi che comprendono infrastruttura stabile, scalabile e veloce, applicativi per la gestione operativa più agile, sicurezza, Multicloud e servizi di analisi di gestione dei dati sono le componenti essenziali per un'Healthcare 4.0. 

Ne parleremo il 27 ottobre nella tappa di Milano del Huawei Smart City Tour con un intervento di Luca Cardone, Marketin Manager di Retelit.










  • gen
  • feb
  • mar
  • apr
  • mag
  • giu
  • lug
  • ago
  • set
  • ott
  • nov
  • dic
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità.