Retelit -

Le app più scaricate dell'ultimo decennio

di Ilenia Rendina, Contract Manager - Retelit
25 febbraio 2020Blog
Retelit -

Secondo uno studio della App Annie, società di analisi del mondo delle app, nel 2020 la spesa prevista per il download delle applicazioni sarà circa 30 miliardi di dollari. Saranno 80 invece i miliardi di dollari spesi per i giochi.

Nel 2019 le applicazioni nella sfera gaming hanno trainato i download ma la crescita è stata guidata anche dalle categorie foto, video o intrattenimento (quest’ultima destinata a crescere grazie all’arrivo della piattaforma video Disney) anche se il podio è rimasto a Mark Zuckerberg con le applicazioni per la messaggistica e il social Facebook. 

I download di TikTok, il social per i brevi video musicali e non, hanno superato quelli di Instagram, Snapchat rimane comunque nella top ten anche se risulta comunemente, almeno in Italia, poco utilizzata.

Nella top ten anche Netflix e Spotify, che rimangano tra le più utilizzate soprattutto nella versione “abbonamenti family”, che vengono condivisi con parenti e amici.

La classifica delle applicazioni più scaricate dell’ultimo decennio, dal 2010 al 2019, non si discosta molto da quella del 2019: in testa Facebook, Messenger, Whatsapp e Instagram, seguite da YouTube e Twitter (assenti dalla classifica del 2019). Presente nella chart decennale anche TikTok, fenomeno generazionale dei millennials recente ma che ha già lasciato il segno. 

Chissà se il recente social network Octi entrerà in queste classifiche. Questo social è stato fondato da Justin Fuisz e mette al centro la qualità delle interazioni. L’app non è ancora disponibile in Italia ma propone, dopo aver creato il proprio profilo, di aggiungere le amicizie inquadrando le persone che si vogliono nella propria rete. Insomma, un social che scommette sulle interazioni e sul network costruito nella vita reale, il primo basato sulla realtà aumentata: dopo aver inquadrato la persona da “aggiungere”, infatti, l’app tramite algoritmi di intelligenza artificiale rileva la presenza di un utente già iscritto in piattaforma. L’applicazione è stata finanziata per 12 milioni di dollari.

  • gen
  • feb
  • mar
  • apr
  • mag
  • giu
  • lug
  • ago
  • set
  • ott
  • nov
  • dic
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità.