Retelit -

Le e-mail del futuro: prospettive e possibili scenari

11 giugno 2021Blog
Retelit -

È uno degli strumenti di lavoro più usati al mondo e la pandemia da coronavirus con il conseguente ricorso massiccio allo smart working non ha fatto altro che incrementarne notevolmente la diffusione. Di cosa stiamo parlando? Delle e-mail naturalmente.

Se la prima e-mail della storia è stata inviata nell’ottobre del 1971 da Ray Tomlinson, programmatore statunitense, si stima che entro il 2022 saranno ben 333 miliardi i messaggi di posta elettronica spediti in tutto il mondo in un solo giorno. Cosa aspettarsi quindi da questo strumento? Quali sono le features che verranno sviluppate nel futuro, anche prossimo? Proviamo a fare un po’ di chiarezza intercettando 5 possibili scenari.

L’email provider imparerà a conoscere il destinatario del messaggio

Una classificazione in base agli argomenti delle e-mail è già una caratteristica che molti provider di posta elettronica possiedono. È normale già oggi, infatti, vedersi recapitare le e-mail in diversi contenitori come “social”, “promozioni” “spam”. Nel futuro queste categorie saranno sempre più dettagliate, con algoritmi capaci di intercettare ancora meglio i “gusti” dei destinatari. Un modo per intercettare in breve tempo i messaggi davvero interessanti e non perdere tempo con gli altri.

I client di posta sempre più smart

I client di posta elettronica del futuro saranno sempre più intelligenti. Secondo le previsioni, infatti, le e-mail del futuro saranno filtrati anche in modo da intercettare anche i gusti personali dei destinatari e non soltanto in base all’oggetto e al testo del messaggio. Tra qualche tempo la nostra casella di posta elettronica saprà cosa è realmente “importante” per gli utenti analizzando costantemente il loro comportamento.

Email sempre più interattive

Pulsanti animati, call to action, sondaggi, quiz, contenuti sviluppati ad hoc: il futuro della posta elettronica sarà sempre più interattivo, con un coinvolgimento attivo del destinatario del messaggio.

Le video e-mail

Non solo testo da leggere e immagini, ma video che sostituiscono interamente tutto il resto. Se al momento incorporare un contenuto video effettivo nel design della e-mail non è semplice, nel prossimo futuro sarà sempre più importante adattare questo supporto al formato di posta elettronica, per finalità di marketing e per svago.

La personalizzazione delle e-mail

Messaggi sempre più personali che non sono soltanto un modo per comunicare un evento, una campagna pubblicitaria, una promozione, un prodotto ma diventeranno un metodo vero e proprio per conoscere i propri clienti-destinatari della posta elettronica. Le newsletter potranno essere divise a seconda delle preferenze e dei gusti di acquisto, e i brand più saranno in grado di prevedere in anticipo i bisogni dei propri clienti, proponendo l’acquisto in modo automatico e veloce.

  • gen
  • feb
  • mar
  • apr
  • mag
  • giu
  • lug
  • ago
  • set
  • ott
  • nov
  • dic
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità.